Letizia Moratti (Milano, 26 novembre 1949)Uno degli ultimi e più pregiati scivoloni del Popolo della Libertà lo dobbiamo all'ex sindaco di Milano Letizia Moratti, che in buona fede viene coinvolta in una supercazzola di proporzioni epiche al punto da entrare di diritto nella storia degli epic fails. Il fatto in questione risale al 23 maggio 2011. L'ufficio stampa del sindaco è impegnato su twitter a rispondere agli utenti sui problemi da loro posti. All'improvviso sull'account twitter compare una domanda relativa una presunta moschea costruita abusivamente nel quartiere di Sucate a Milano, in via Giandomenico Puppa. Immediata la replica dell'addetto all'account che si slancia in una risposta demagogica.

orghl: il quartiere Sucate dice no alla moschea abusiva in via Giandomenico Puppa!! Sindaco rispondi!

letiziamoratti: nessuna tolleranza per le moschee abusive. I luoghi di culto si potranno realizzare secondo le regole previste dal nuovo Pgt

MiRispondi.it (replica su twitter del sindaco Moratti)

Risposta ferma e decisa eppure scatena l'ilarità, perché il famigerato quartiere non esiste e tanto meno esiste la via menzionata. A seguito di questo scherzo molti altri intervengono su questioni di dubbia serietà, tirando in ballo i rom, Pisapia, presunti locali gay e la sicurezza per le strade del quartiere. Sull'onda dell'entusiasmo l'account del sindaco Moratti viene trascinato in una spirale di supercazzole e provocazioni.

Come sempre poi Internet è pieno di persone dotate di fervida immaginazione e molto tempo libero che passano le ore architettando sempre nuovi sfottò. Non ci è voluto molto perché qualcuno producesse qualcosa.

Sucate (MI), uscita autostradale

La goliardia di qualche buontempone ha prevalso sul buon senso.

Aggiungi commento

I commenti non sono pubblicati automaticamente ma sono soggetti a validazione. Non è tollerato l'uso di linguaggio osceno, lesivo della dignità, razza, religione o opinione altrui. Il dialogo DEVE svolgersi in tono moderato e civile. Se non sei d'accordo astieniti dal commentare


Codice di sicurezza
Aggiorna