Film anni '80Questa è la mia raccolta dei titoli dimenticati che popolavano il piccolo schermo quando ero bambino. Sono una traccia dell'immaginario della mia infanzia popolato da ninja, barbari e alieni. Sarebbe troppo semplice citare titoli come Ritorno al futuro, Terminator, Ghostbusters, Guerre stellari o I Goonies, popolari anche tra le nuove generazioni. Il mio intento è quello di concentrarmi su quei titoli apparentemente dimenticati.

Ma perché proprio gli anni '80? Per alcuni motivi, primi fra tutti:

  • Sono i film della mia infanzia;
  • Iniziavano alle 20:30, e nonostante la scuola si riusciva a vederli finire senza fare nottata;
  • Contenevano idee a loro modo innovative che sono state poi riprese in seguito.

Unica avvertenza: alcuni particolari della trama possono trapelare dalla descrizione, rovinando la sorpresa a chi non ha mai visto questi film.

Howard e il destino del mondo (Willard Huyck, 1986)

Regista Willard Huyck
Anno 1986
Genere Azione, commedia, fantascienza
Durata 111 min
Nazione USA

Howard è un papero spaziale, che per errore viene teletrasportato a Cleveland durante un esperimento scientifico. In principio il nuovo ambiente gli è ostile ma l'incontro con la terrestre Beverly Switzler risolleva le sorti dell'alieno. La ragazza prende a cuore la storia del nuovo amico e cerca di aiutarlo a tornare a casa. Mediante l'amico Phil Blumburtt entra in contatto col dott. Walter Jenning, scienziato e astrofisico, che sostiene di poter riportare a casa il papero. L'esperimento però non va a buon fine. Una nuova creatura aliena molto ostile viene teletrasportata sulla Terra, da cui pianifica di teletrasportare altri suoi simili per distruggere il pianeta.

Howard deve affrontare la creatura e reimpossessarsi del codice di accesso che costituisce il suo unico biglietto di ritorno per casa. Deve però fare una scelta difficile: usufruire del codice per tornare al suo pianeta o sacrificarlo per salvare il pianeta che non lo ha accolto?

Il nido del ragno (Gianfranco Giagni, 1988)

Regista Gianfranco Giagni
Anno 1988
Genere Orrore
Durata 90 min
Nazione Italia

Il professore Alan Withmore è docente e ricercatore di lingue orientali. Viene incaricato dalla sua università di recarsi a Budapest per contattare un suo collega, il professor Roth, coordinatore del progetto Intextus, che da tempo non fornisce più sue notizie. Al suo arrivo in Europe, Alan viene contattato dalla giovane ed avvenente assistente del prof. Roth, la quale lo mette in guardia da un pericolo imminente e lo intima di andarsene. Determinato nella sua missione, Alan riesce ad incontrare il prof. Roth, il quale gli consegna un libricino nero contenente informazioni segretissime. Successivamente Alan tenta di ricontattarle il collega ma lo trova impiccato in una specie di ragnatela.

Subito la polizia inizia ad osteggiarlo in quanto sospettato numero uno dell'omicidio, e gli viene ritirato il passaporto per impedirgli la fuga. Da quel momento il prof. Withmore rimane invischiato in una oscura trama dai risvolti Lovecraftiani orchestrata da una setta segreta: i Tessitori.

Ladyhawke (Richard Donner, 1985)

Regista Richard Donner
Anno 1985
Genere Fantastico/Avventura
Durata 116 min
Nazione USA

Siamo nel XIII secolo. Phillipe Gaston detto il Topo è un furfante rinchiuso nelle prigioni della fortezza vescovile di Aguillon. Durante l'evasione incontra Etienne Navarre, l'ex capitano della guardia del vescovo, che lo aiuta a scappare. Il suo scopo è farsi aiutare ad entrare in città per uccidere il vescovo. Suo malgrado, Phillipe accetta e rimane invischiato in una complicata storia che lega il capitano Navarre al suo falco che sempre l'accompagna, un feroce lupo ed la misteriosa fanciulla Isabeau d'Anjou, che appaiono solo di notte.

Phillipe scopre che i due personaggi e i due animali sono legati tra loro da una maledizione e che il vescovo ha avuto una parte attiva nella loro storia. Per questo motivo Navarre deve attende il verificarsi di un evento propizio, una notte senza giorno ed un giorno senza notte, in cui poter spezzare la maledizione.

Il mio nome è Remo Williams (1985)

Regista Guy Hamilton
Anno 1985
Genere Azione/Avventura
Durata 121 min
Nazione USA

Makin è un poliziotto, vive solo e non ha famiglia. Una sera, durante un'uscita di servizio, viene aggredito da dei malviventi e gettato in mare con la sua autovettura. Considerato morto dai suoi nemici, Makin si salva e viene reclutato dal direttore Smith, capo di una organizzazione segreta. Il nuovo capo lo lascia alle cure del vecchio Chiun, maestro coreano di Sinanju, che lo addestra per farne una specie di vendicatore. Makin viene sottoposto ad interventi chirurgici che ne alterano i lineamenti e gli viene attribuita una nuova identità: Remo Williams è il suo nuovo nome.

Oltre alla nuova identità, Remo apprende il Sinanju, un'arte di combattimento antica capostipite di tutte le altre arti marziali. Il Sinanju non esiste, è un'invenzione degli autori, sebbene durante i provini molti attori dichiararono di conoscerla. Inoltre, l'addestramento gli infonde abilità sorprendenti come la capacità di correre sull'acqua, schivare pallottole e arrampicarsi sui grattacieli.

Remo diventa il braccio operativo dell'organizzazione, il giustiziere impegnato a stanare i responsabili di gravi crimini ed insieme al maggiore Fleming mette a frutto gli insegnamenti del maestro Chiun nella caccia a George Grove, un disonesto commerciante di armi per conto del governo.

La mosca (1986)

Regista David Cronenberg
Anno 1986
Genere Fantascienza/Horror
Durata 95 min
Nazione USA

Il professor Seth Brundle (Jeff Goldblum) conduce alcuni esperimeti sul teletrasporto mediante una coppia di capsule da lui inventate. Il processo funziona bene con gli oggetti inanimati, mentre con le creature viventi presenta ancora dei grossi problemi. Seth inizia una relazione con la giornalista Veronica Quaite e da questa storia trae l'ispirazione per completare la sua macchina e teletrasportare con successo una scimmia.

Veronica però inizia a respingere Seth, il quale si ingelosisce e cade in depressione. Un giorno, tornato al laboratorio completamente ubriaco, Seth decide di testare il teletrasporto su di sé, ma nel momento in cui aziona la macchina una mosca entra con lui nella cabina.

Il DNA della mosca si mescola al suo, rendendolo più forte, sicuro di sé e modificando il suo carattere. Diventa arrogante, sprezzante del pericolo e violento. Col tempo la parte animalesca prende il sopravvento anche sull'aspetto esteriore, trasformando lentamente Seth in una specie di ibrido uomo-mosca. Veronica inorridita dai cambiamenti scappa ma essendo rimasta incinta di Seth decide di abortire. Il mostro rapisce Veronica e tenta di ibridarsi con lei ma interviene l'ex fidanzato di Veronica, Stathis Borans, che sparando al macchinario riesce ad isolare la capsula contenente la ragazza salvandola. Il processo di fusione ibrida Seth con la cabina stessa creando il peggior pastrocchio immaginabile, che implora pietà e chiede di essere soppresso.