Shard (Londra, 306 metri)All'alba del XXI secolo così come al tempo remoto della mitica Torre di Babele, l'uomo non ha mai rinunciato all'ambizione di poter raggiungere la volta celeste. Oggi è il turno del nuovo grattacielo londinese, disegnato da Renzo Piano e costruito in occasione dei giochi olimpici di Londra del 2012. Lo Shard, il cui nome in inglese significa scheggia, frammento di coccio, è destinato a ridisegnare lo skyline della city. Nei suoi 95 piani può ospitare fino a 12000 persone e dal suo osservatorio posto alla cima si ha una vista unica e mozzafiato dell'intera città.

L'idea che questo monumento possa essere cosiderato un tributo al sistema capitalistico, vera linfa vitale della città in un'era di crisi ecoomica, può lasciare chiunque un po' stranito, ma forse la sua caratteristica più bizzarra è proprio il costo di un appartamento. Gli alloggi, se tali possono definirsi, che godono della vista migliore si trovano tra il 53° ed il 65° piano e costano dai 30 ai 50 milioni di sterline.

Roba da ricchi, insomma. Oltre alle già descritte "soluzioni abitative", il nuovo grattacielo offre spazio per un albergo di lusso e ben 600000 metri quadrati adibiti ad uso ufficio. Sembra proprio che per guardare al futuro basti pensare in grande, ma in una città come Londra, dilaniata da speculazione e simbolo di una sempre maggiore divisione tra ricchi e poveri, l'unica immagine che l'ennesima Gated Community rievoca è quella di un oscuro passato medioevale.

Aggiungi commento

I commenti non sono pubblicati automaticamente ma sono soggetti a validazione. Non è tollerato l'uso di linguaggio osceno, lesivo della dignità, razza, religione o opinione altrui. Il dialogo DEVE svolgersi in tono moderato e civile. Se non sei d'accordo astieniti dal commentare


Codice di sicurezza
Aggiorna