Cosa direbbero i gatti se solo avessero la parola...

Gatto europeo comune tigrato grigioCome disse Dick Shawn: "Tu sei il mio gatto e io sono il tuo umano". Da migliaia di anni l'uomo è a contatto col gatto e gli esiti di questa convivenza forzata possono essere solo due: odio o amore. I gatti sono affascinanti perché sono speciali, a chi piacciono è come se ne fossero stregati. Forse proprio per questo loro fascino in passato erano temuti, rispettati oppure scacciati perché ritenuti latori di sventura o amici delle streghe.

Superstizioni che oggi sono superate, tuttavia il gatto non viene ancora visto come un animale da compagnia ma più come un coinquilino. Il gatto accampa su di noi gli stessi diritti che noi possiamo vantare su di lui, è volubile, indipendente, misterioso, ma è anche disposto a slanci di affetto o pronto ad attaccare quando meno ce lo aspettiamo. Il gatto è un filosofo che conosce il mondo perché lo osserva e attraverso questa osservazione sembra essere arrivato ad elaborare pensieri propri che poi sintetizza in vere e proprie massime.

Se guardi un gatto negli occhi non puoi fare a meno di chiederti a cosa stia pensando. Certe volte il loro sguardo è talmente eloquente che sembra davvero manchi loro soltanto la parola.

Questo filmato è davvero esplicativo su quanto la parola sia in effetti ridondante. I gatti riescano infatti ad ottenere da noi quello che vogliono senza il bisogno di parlare. Questa mini videoguida illustra quali sono le mansioni che ogni gatto deve assolvere per mantenere sempre vitale il rapporto col suo umano.

#t=30

I cani insegnano ai loro cuccioli il valore della fiducia e della lealtà. I gatti insegnano ai loro cuccioli che la fiducia è per perdenti.

Castrato